L'UOMO MAPPA (LUCA ROTA DIXIT)

DAVIDE SAPIENZA, “UOMO-MAPPA”: https://wp.me/p1E5a2-ayK
Nei giorni precedenti alla serata di venerdì scorso a Ciserano con Davide S. Sapienza per il Festival “Tierra!”, ho pensato più volte a come poter presentare Davide in un modo ovvero con parole che ancora non avessi utilizzato nei già numerosi eventi tenuti insieme e che non fossero meramente dettate dall’ammirazione che ho nei suoi confronti in quanto uomo di lettere, di pensiero, d’azione e, per tutto ciò, ispirazione potente per me fin da prima che lo conoscessi (grazie a Mirella Tenderini, altra persona meravigliosa). Poi, nella prefazione de “La Valle di Ognidove” scritta da Raul Montanari, libro nel quale si trova il capitolo che ha dato il titolo all’incontro di Ciserano (“La natura piccola”), ho letto alcuni passaggi che mi hanno subito attivato il pensiero e la fantasia: ad esempio la citazione di Robert Louis Stevenson che si chiede, riguardo il suo celeberrimo “L’isola del tesoro”: «Come è possibile raccontare una storia senza partire da una mappa?» E poi, più avanti: «Uno scrittore vero, e Davide lo è, va incontro a un’esperienza inevitabile, che molti hanno descritto: non è lui a decidere cosa deve diventare parola e racconto. Lo scrittore è più piccolo delle storie che racconta; è il servo della storia e della pagina, il servo di due padrone sensuali ed esigenti. […] È la mappa continuamente ridisegnata di un sogno infinito, che come tutti i sogni – ci insegna Freud, quest’altro grande esploratore – è fatto di realtà. È preciso e mai mistificatorio: come gli angoli e le anse del mondo, come le pagine di questo libro.» Poi ho ripensato a un’affermazione tratta da uno dei libri di Davide (da “Camminando”) che più di altre in assoluto mi è rimasta in mente e ho reso una sorta di principio cardine della mia relazione con il mondo: «La mappa è il ricordo più antico che può essere scritto nel codice umano». E ancora, da “I Diari di Rubha Hunish”: «Mi piace tracciare parole sulla carta, quasi fossero passi sicuri lungo un sentiero sconosciuto.»
Mappe, sentieri, passi, esplorazioni: ecco, se metto insieme tutti questi elementi e li riferisco a Davide, per come lo conosco e per ciò che ho tratto dai suoi libri, posso certamente affermare che io, Davide, lo concepisco (anche) proprio come una mappa, un uomo-mappa, un narratore che non solo ha raccontato e racconta luoghi, nature, paesaggi, idee, visioni, utopie, ma li rappresenta in una rete di connessioni che posso veramente immaginare come quelle che uniscono le località di una carta geografica: https://wp.me/p1E5a2-ayK

LA VITA IN CAMMINO. INTERVISTA SU ITALIA LIBERA

Inizio il 2023 non solo con le prime presentazioni di Horizon di Barry Lopez e il lavoro creativo per il nuovo podcast con Lorenzo Pavolini, ma anche con questa intervista che ripercorre un lungo cammino di vita e professionale, grazie a Fabio Balocco, per Italia Libera. Scrittore, blogger, giornalista, attivista per la Terra, Fabio è un grande esperto di orizzonti alpini (ma non solo). Dai quali, come dimostrano le sue domande, è possibile vedere gli Orizzonti che si dischiudono e le visioni geopoetiche per continuare a capire la geografia più intima e il nostro posto nel mondo. Per questo lo ringrazio.

Scaricala QUI.


NELLE TRACCE DEL LUPO. ONLINE I NUOVI EPISODI DEL PODCAST ORIGINAL DI RAIPLAY SOUND

La Fram Produzioni di Lorenzo Pavolini e Davide Sapienza, per RaiPlaySound, presenta la seconda stagione del primo podcast italiano sul Lupo.

Nelle Tracce Del Lupo. Stagione II.

Oggoi, domenica 27 novembre 2023, mentre su app e sito di RaiPlaySound, arrivano i nuovi episodi (Che Paura!; Lupus Caput Mundi; Pensiamo Come La Montagna; Essere Lupo; Il Lupo E' Infinito), presentiamo il podcast con il reading ispirato al podcast a Torino, al Museo della Radio e della Televisione della RAI in Via Verdi, ospite Luca Giunti (tra i protagonisti del podcast e autore del libro Le conseguenze del ritorno) alle 18.00, nell'ambito di Torino Film Festival 2023.

L'ingresso è libero.

Leggi il comunicato stampa RAI su Nelle Tracce Del Lupo QUI.


BARRY LOPEZ: LA PUBBLICAZIONE DI «HORIZON» IN ITALIA.

«Per entrare nel territorio, provai a uscire da me stesso»

(Barry Lopez, Horizon)

Ho pensato a lungo. Poi ho deciso di affidarmi all'emozione, che ancora continua, a un anno di distanza dall'inizio del lavoro di traduzione, a qualche mese dalla sua conclusione e dal sagace lavoro della casa editrice, tutti impegnati a fare conoscere questo libro spartiacque. Non posso non ripercorrere gli oltre venti anni di tentativi, di traduzioni, di pubblicazioni ad hoc (come l'antologia Una geografia profonda del 2014, pensata insieme a Barry per il mercato italiano). Cosa scrivo in un post sul mio sito per parlare di un libro del quale il compianto Barry Lopez mi aveva parlato fin dagli anni Novanta? Un lavoro che gli ha impeganto trent'anni di lavoro, venti soprattutto di viaggi, dieci soprattutto di scrittura, fino alla pubblicazione del Marzo 2019? Horizon è un libro indefinibile, come molte opere di Barry. Allora penso che la cosa migliore sia affidarvelo. E' stato, per me, il lavoro più monumentale e impegnativo, come traduttore e curatore, in quasi 40 anni di attività. Ma ciò che conta è che ora Horizon si può leggere anche in Italiano e questo grazie all'intraprendenza e al coraggio di una piccola ma raffinata e attenta casa editrice come Edizioni Black Coffee (e nel cui catalogo trovate anche Attraverso spazi aperti, di Lopez) che offre spiragli unici sulla letteratura americana contemporanea. Già. Per entrare nel territorio, serve sempre uscire da se stessi. E' lì che si vede tutto l'orizzonte.

QUI potete leggere la recensione uscita su La Lettura (Corriere della Sera) il 20 novembre 2022.

QUI potete leggere l'estratto dalla mia prefazione su Il Manifesto del 23 novembre 2022.

QUI potete acquistare il libro direttamente dall'editore.


LA VALLE DI OGNIDOVE. IL RITORNO DI ISHMAEL

Disponibile dai primi giorni di Novembre la terza edizione di LA VALLE DI OGNIDOVE (LubrinaBramani Edizioni). Pubblicato per la prima volta nel 2007 e poi ancora nel 2013, il mio unico romanzo era fuori catalogo da alcuni anni. Con la nuova copertina, l'Ognidove continua a emanare il suo fascino. Meta senza coordinate, orizzonte senza confini, viaggio profondo e geografico. Nel 2007, su Repubblica, il critico letterario Gian Paolo Serino scrisse: "riprendendo il tema del Moby Dick di Melville, Sapienza riesce a descrivere come "la balena bianca" - metafora della forza primordiale della natura contrapposta alla vanità umana - continui ad affiorare dentro di noi. In un romanzo ambizioso ci fa respirare il coraggio del confronto con la natura "alta" delle cose."

Il libro è disponibile ordinandolo in libreria, sugli shop online, presso la casa editrice scrivendo a editorelubrina@lubrina.it

 

LEGGI l'intervista di Rosanna Scardi del 26.10.2022 sul Corriere della Sera (versione online QUI)

LEGGI la rassegna stampa e il comunicato della terza edizione

 

 


I CAMMINI GEOPOETICI DI SETTEMBRE-OTTOBRE

Dopo il rinvio di alcuni eventi di fine agosto, ecco il nuovo calendario dal 2 settembre al 2 ottobre 2022. Troverete nell'elenco aggiornato, pubblicato di seguito, le sette date di Nel cuore della montagna e i quattro cammini per Promoserio, per la pratica geopoetica in Alta Val Seriana (Bergamo). Luoghi e orari di ritrovo (15 minuti prima dell'orario indicato), modalità e altre informazioni verranno fornite contattando gli organizzatori come indicato per ogni data. Il numero dei partecipanti ai miei cammini è limitato; l'iscrizione è gratuita ma obbligatoria.

02 settembre h 17.30 "Itinerari di poesia geografica" CLUSONE (Bg)  info:  infopoint@valseriana.eu

04 settembre h 8.30 "Nel cuore della montagna" LIZZOLA (VALBONDIONE) (Bg) info: info@turismovalbondione.it

06 settembre h 9 "Itinerari di poesia geografica" GORNO (Costa Jels, Peroli Alti) (Bg) info: infopoint@valseriana.eu

09 settembre h 17.30 ARDESIO, CACCIAMALI (Bg) info: infopoint@valseriana.eu

10 settembre h 8.30 "Nel cuore della montagna" SCHILPARIO (Bg) info: biblioteca@comune.schilpario.bg.it

11 settembre h. 8.30 "Nel cuore della montagna" PRADALUNGA (Bg) info: biblioteca@comunepradalunga.it

14 settembre h 9 "Itinerari di poesia geografica" ARDESIO, PIAZZOLO (Bg) info: infopoint@valseriana.eu

18 settembre h 14 "Nel cuore della montagna" LEFFE - PEIA (Bg) info: biblioteca@comune.leffe.bg.it / biblioteca@comune.peia.bg.it

01 ottobre h 9 "Nel cuore della montagna" ALZANO LOMBARDO (Bg) info: biblioteca@comune.alzano.bg.it

02 ottobre h 8.30 "Nel cuore della montagna" ALBINO - COMENDUNO (Bg) info: biblioteca@albino.it

15 ottobre h 8.30 "Nel cuore della montagna" ALBINO - ALTINO (Bg) info: biblioteca@albino.it


TRA PERCEZIONE E REALTA': UNA GIORNATA TRA NATURA, PAESAGGIO E CULTURA

Si intitola Tra Percezione e Realtà. Una giornata tra natura, paesaggio e cultura. Si tiene alla Rocca di Romano di Lombardia (Bg), oltre che nel territorio cittadino e delle campagne del parco del Serio per i cammini geopoetici del pomeriggio con i relatori. Parteciperò con un intervento sui Diritti della Natura, che verrà pubblicato negli atti dei convegni e che renderò disponibile su questo sito dopo la conferenza. Edizioni Underground? in collaborazione con Ente Parco del Serio, associazione Arkis; con il contributo di “Con i Bambini, fondo per la lotta alla povertà educativa” e il patrocinio della Città di Romano di Lombardia venerdì 30/09/2022 presenta:

TRA PERCEZIONE E REALTÀ (info)

una giornata tra natura, paesaggio e cultura

 Ogni giorno i temi della tutela dell’ambiente e della natura si intrecciano con altre esigenze e tematiche. Quello che fino a poco tempo fa poteva sembrare un argomento per esperti ormai sta assumendo caratteristiche di urgenza. Ogni giorno siamo davanti alla constatazione di come lo sfruttamento dissennato delle risorse naturali, il disinteresse che per anni ha caratterizzato la pianificazione urbanistica e l’assenza di progetti organici di insegnamento della natura e dei suoi diritti alle giovani generazioni abbiano creato i presupposti per disastri sempre più tragici e frequenti. Il convegno vuole partire da questi temi per gettare la base di un nuovo modello di pensiero. Un modello inclusivo e di collaborazione che metta in rete realtà locali, risorse intellettuali, enti del terzo settore e tutti coloro che vivono e lavorano all’interno di ambienti socioeducativi e che sentono e vivono l’importanza di una nuova educazione al rispetto della madre terra e delle sue risorse. Ospiti della giornata: Renato Ferlinghetti, docente di pianificazione urbana; Davide Sapienza, scrittore, divulgatore della pratica geopoeta, traduttore; Alberto Di Monaco, educatore, narratore ed esperto di outdoor education; Ivan Bonfanti responsabile settore ecologia Ente Parco del Serio; Alessandro Melli, educatore e insegnante esperto in progettazione ambientale outdoor.

  • Ore 8:00 - 9:00 registrazione dei partecipanti
  • Ore 9:00 apertura dei lavori (saluti istituzionali)
  • Ore 9:30 NARRARE UN PAESAGGIO PIENO DI VITA. Tavola rotonda su territorio e ambiente con Alberto Di Monaco (autore ed educatore), Renato Ferlinghetti (Università Bergamo), Davide Sapienza (scrittore, divulgatore della pratica geopoetica, traduttore), Ivan Bonfanti (responsabile settore didattico ed ambientale Parco del Serio), Alessandro Melli (docente di Matematica e Scienze presso la SS1G, esperto di Educazione Ambientale).
  • Ore 11:00 Pausa caffè
  • Ore 11:15 ESPERIENZE EDUCATIVE E PRATICHE DI VITA. Incontro con i progetti educativi di scuole e presidi educativi del territorio.
  • Ore 13:00 - 14:30 PAUSA. Catering offerto ai partecipanti dagli organizzatori.
  • Ore 14:30 ESPERIENZE GEOPOETICHE E TERRITORIALI. Passeggiata geopoetiche e ambientali a Piccoli gruppi con Renato Ferlinghetti, Davide Sapienza, Alberto Di Monaco, Ivan Bonfanti, Alessandro Melli.
  • ISCRIZIONI: edizioniunderground@gmail.com

 


LA POESIA GEOGRAFICA DELLA VALSERIANA IN 4 CAMMINI GEOPOETICI

Quattro cammini geopoetici in ValSeriana praticando sentieri poco noti, geografie intime dei luoghi. Quattro esperienze, due al mattino e due con il tramonto, diventando, noi stessi, paesaggio. Promotore dell'iniziativa è Promoserio che mi ha incaricato di portare la geopoetica nelle esperienze in cammino con lo scopo di condividere una libera interpretazione del paesaggio attraverso spunti di varia natura attraverso la pratica geopoetica. I partecipanti, attraversando la geografia culturale e fisica dell'alta Valle Seriana parteciperanno attivamente alla comprensione del territorio, ricevendo una serie di stimoli a vedere con occhi nuovi ciò che è già noto o a scoprire sentieri meno noti. Visiteremo la Valle del Riso e l'altopiano di Clusone, oltre a uno dei punti più interessanti dell'Alto Serio, Ardesio e il suo vasto territorio. Un cammino di osservazione, una lettura del territorio esplorativa sul senso del paesaggio che ammiriamo e di ciò che lo ha reso tale. Gli appuntamenti sono quattro, dal 25 agosto al 9 settembre 2022. QUI puoi scaricare la locandina dell'iniziativa e di seguito eccoli nel dettaglio, con le informazioni complete su orari e modalità di iscrizione:

PEROLI ALTI di GORNO 25 agosto 2022           LEGGI

PIAZZOLO di ARDESIO 30 agosto 2022           LEGGI

CLUSONE 2 settembre 2022                            LEGGI

CACCIAMALI di ARDESIO 9 settembre 2022    LEGGI


NEL CUORE DELLA MONTAGNA 2022: IL LESSICO DEI SENTIERI

La quarta edizione della rassegna di cammini geopoetici per il Sistema Bibliotecario Val Seriana e Val di Scalve, vuole raccogliere le tante esperienze e conversazioni con gli utenti che hanno garantito ai circa trenta eventi realizzati dal 2018 al 2021 oltre seicento partecipanti totali. Nel 2022 saranno i luoghi a proporsi ai camminatori: luoghi che, come libri da scoprire, verranno letti attraverso la pratica geopoetica per portarci nel cuore della montagna alpina. Il lessico dei sentieri (c) è il titolo di un testo inedito proposto da Sapienza e il cui concept viene offerto all’edizione 2022: un’idea che nasce dal territorio, dalla condivisione durante i cammini. Una visione dei sentieri che, come libri e opere artistiche, formano una rete viaria dell’immaginario, per creare un linguaggio camminato. I sentieri, come i libri, sono a volte evidente, ben marcati e segnalati. Altre volte, come alcuni libri, sono tesori perduti e da riscoprire. Questo viaggio nel cuore della montagna è una ricerca da ricondurre alla realtà concreta del cammino e a quella cartacea dei libri. Se anche alcuni sentieri si perdono, lo stesso accade ai libri introvabili, che hanno segnato un pezzo importante del cammino culturale. Come i libri, i sentieri sono espressioni di presenza e di visione; piccoli vascelli nel grande oceano alpino dove arcipelaghi di rocce, foreste, pascoli, radure, vallate, torrenti compongono l’orizzonte come parole, frasi, paragrafi, capitoli, storie. Con i sentieri la civiltà è cresciuta e ha camminato fino a oggi e con i libri la cultura si è diffusa in epoca moderna. Leggerli in cammino è un tributo alla tradizione orale, che ha segnato la storia culturale della montagna e alle nuove forme espressive della letteratura. Un libro è utile per farci viaggiare con la mente ma, nel caso della nostra rassegna, passando prima per l’esperienza corporea e sensoriale dell’attività all’aperto. Un messaggio di libertà del territorio e di libertà del pensiero. I dieci cammini si svolgeranno tra il 31 luglio e il 25 settembre 2022.

La rassegna è a cura di Alpes con Davide S. Sapienza.

Tutte le informazioni e come iscriversi, si trovano QUI.

 

 


ROCKLINES. A GEOPOETIC JOURNEY ACROSS THE MINETT UNESCO BIOSPHERE

Remember summer 2021? For weeks I was writing about the work on the field with Robert Weis in Luxembourg from the Musée national d'histoire naturelle de Luxembourg (Department of Palaeontology). Robert is a scientist, a writer, a traveller. WE hvae known each other for many years and already experienced some geopoetic pratcice. In 2020 he came up with the idea of a geopoetic work of interpretation of the Minett UNESCO Biosphere. We followed the new and improved, fascinating Minett Trail and "read and wrote" the landscape with that geopoetic practice I have been developing on in the last twenty years, and that Weis also took to Luxembourg. Because... My geopoetic is a practice: it is the reconnection between the creative spark, the kinetic intuition of every living being that is how the lexicon of the Earth - geography - is affecting all our lives.

The Minett really is an interesting area in the heart of Europe, where the contemporary industrial history which stretched internationally for a century has turned into an amazing opportunity for a new natural history. Insitutional choices spurred by a grassroot movement of concerned citizens. Including Robert.

But read HERE before proceeding, then return to this post.

This achievement was made possible by the amazing work of Minett UNESCO Biosphere, the people working for it and all the institutions involved (including Weis's Muséee national d'histoire naturelle in the beautiful capital of Luxembourg), the collaboration with the Department of Culture. But I can not avoid to particularly express my gratitude to Gaëlle Tavernier, Yann Logelin, Hana Prosser and Isabelle Mattern, people we have been working with for over a year now. And of course my friend Robert Weis. Being on the field to experiment a groundbreaking work where the geopoetic practice can become a story, was truly amazing. In fact, I also need to thank all the people who joined our geopoetic walks and the camp in July 2021, contributing with their feedback to our work. Now, with these guidelines and the freedom to roam, we wrote a geopoetic journal that is now the book, in French and English. The book launch will happen in three different events in three different locations - Luxembourg, Esch-Sur-Alzette (that in 2022 is currently European Capital of Culture) and Rumelange. From July 14 to July 16 two seated events and a geopoetic walk as you can READ HERE. There will be guests and we are honored to know that two ministers from two key departments (Culture and Energy and Spacial Planning) will join us to back up the project as they already did in 2021.

There is really a lot to say about this work. And we will tell the tale during the 14-16 July launch tour (HERE is the whole program). Follow me on my social media during the Luxembourg expedition (Facebook, Instagram, LinkedIn ). And of course, get in touch with the publisher Editions Phi to buy the book either in French or in English.

ROCKLINES. A Geopoetic Journey Across The Minett UNESCO Biosphere (ROCKLINES. Un Voyage Géepoétique à Travers la Minett UNESCO Biosphere) by Davide S. Sapienza and Robert Weis is 120 pages and it costs 18 Euros.