199 SENTIERI D’AUTORE

«L’ambiente è avvolgente, non si vede “il fuori” ma se ne sente l’approssimarsi. All’uscita in vetta, si resta senza parole. Il fascino della sua storia naturale è irresistibile: respiri e senti la forza della roccia lavorata dalle ere.» Iniziava cosi, venerdì 7 marzo 2014, l’avventura “Sentieri d’Autore” sul Corriere della Sera per la redazione di Bergamo. Un ingaggio importante, iniziato pochi mesi prima grazie al giornalista che più ha creduto in questa idea geopoetica capace di arrivare anche a questa rubrica, ovvero Marco Brizzi: l’incarico era (anche) di esplorare la provincia che da sola detiene metà dei sentieri di tutta la Lombardia e raccontarla con il taglio geopoetico della mia narrativa, dopo i primi reportage (come QUESTO oppure QUESTO ma anche QUESTO dall’autunno 2013). Sentieri d’Autore partiva come un esperimento senza precedenti su un quotidiano così importante ma non potevamo immaginare di arrivare, 199 venerdì consecutivi dopo, a così tante proposte raccontate con il senso della geografia intima: sembra ieri il primo centenario (LEGGI) e invece venerdì 12 gennaio 2018 arriveremo a 200 giorni in cammino per il Corriere della Sera. A questi “racconti minimi”, si affiancano oltre trenta reportage dal territorio orobico (LEGGI). E se un giorno cammineranno tutti insieme in un libro? Nell’attesa, ecco QUI il SdA 199.