Futuro

LE AMICHE E GLI AMICI DI GRETA

ASCOLTA La Soglia Della Primavera

A tutti i figli delle stelle in tutto il mondo. Avete fatto quello che aspettavamo. Avete detto quello che fino a ieri non ascoltavano. Tra mille anni ieri sarà sempre il 15 marzo 2019. E anche oltre. Affinché noi e voi possiate sempre svegliarvi e ascoltare l’alba di primavera così come ho fatto anche questa mattina.

LISTEN The Dawn Of Spring

To you children of the stars worldwide. You have accomplished what we were waiting for. You have stated what they were not willing to listen. In one thousand years, yesterday will always be March 15 2019. And beyond. So that you and us can always wake up to listen the dawn of Springtime like I just did this morning.

View project
ESCE IL GEOPOETA: LE PRIME E LE RECENSIONI

12 MARZO 2019

Da questa settimana Il Geopoeta. Avventure Nelle Terre Della Percezione (Bolis Edizioni, 128 pag, 14 E) è disponibile. Domani a Bergamo e giovedi a Milano, le due “prime”, presentazioni speciali per tante ragioni.

E dal 30 marzo partiranno altri incontri (in continuo aggiornamento QUI).

Puoi acquistare il libro anche sul sito dell’editore, con uno sconto, QUI.

In contemporanea due importanti passaggi su prestigiose testate.

LEGGI l’estratto dal libro su IL Magazine Sole 24 Ore online.

LEGGI la lunga recensione dedicata dal Corriere della Sera al libro.

View project
SENTIERI D’AUTORE GEOPOETICI SUL CORRIERE: IL SESTO ANNO

Iniziava tutto venerdì 7 marzo 2014. Da qualche mese si parlava, dalla redazione del Corriere della Sera di Bergamo, di creare una rubrica dedicata al camminare, di taglio geopoetico. Il numero uno partì dalla Corna Lunga di Sovere, sopra il lago d’Iseo, con visioni grandi tra Orobie e valle Camonica, Sebino e grandi pianure. Ricordo bene la telefonata di colui che avrebbe seguito, settimana dopo settimana, questa lunga esplorazione poetica del nostro territorio, una grande provincia fatta di pianure e conurbazioni, fiumi, torrenti, laghi, nevai, alte vette, le magnifiche Orobie…Marco Brizzi, al quale vanno grandi meriti per la riuscita di questa impresa. In effetti non pensavamo a quanto sarebbe durata, la rubrica. Venerdì dopo venerdì, senza alcuna interruzione, oggi siamo arrivati a compiere cinque anni esatti 260 settimane. Ci sono stati, come è naturale, diversi cambiamenti, nel taglio, nello stile, nel modo di proporli e soprattutto, nel mio modo di osservare e raccontare. Un grande insegnamento da questa magnifica “provincia” per sviluppare i dettagli che hanno definito la mia geopoetica. Ecco QUI come ho voluto celebrare oggi, camminando dentro il “centro esatto” della nostra provincia, dove le Orobie non finiscono mai di incantarci per le continue sorprese che regalano. Non c’è molto da dire se non…camminiamo ancora. Camminiamo sempre.

View project